cavo caricabatteria per auto 2È importante innanzitutto stabilire se l'auto può essere caricata con corrente monofase o solo con corrente trifase. Il nostro consiglio è quello di caricare comunque con corrente trifase, perché è più potente e permette di caricare l'auto più velocemente. Il primo passo è controllare il contatore per verificare se si dispone solo di corrente monofase o anche di corrente trifase. Se si dispone solo di corrente monofase, è necessario richiedere l'aggiornamento a trifase al proprio fornitore di energia. Spesso è facile da organizzare online o chiamare il proprio fornitore di energia per un consiglio. Tenete presente che c'è spazio sufficiente nell'armadio dei contatori e che spesso ci vuole un po' di tempo prima che la modifica venga effettuata. Iniziate quindi per tempo il lavoro di preparazione!

Nelle case più vecchie, spesso si tratta di un collegamento monofase; nelle case più recenti, di solito si tratta di tre fili di fase, più un filo neutro. Se non sapete quale connessione avete, guardate nell'armadio dei contatori. Se il contatore dell'elettricità indica 220 V o 230 V, il collegamento è monofase. Se c'è scritto 3 x 220/230 V o 280/400 V, si tratta di un collegamento trifase.

Fase 2: l'ubicazione del punto di ricarica

Avete spazio per installare il punto di ricarica sul vostro terreno? Ideale, allora non c'è da preoccuparsi.

Non disponete di un posto all'interno della vostra proprietà e desiderate caricare dalla cassetta dei contatori a un parcheggio pubblico? Allora tenete presente alcune cose. Il cavo non può essere steso sul marciapiede! Esistono piastrelle speciali con un canale di scolo per i cavi e, in consultazione con il comune, a volte è consentito collocare tali piastrelle in modo da poter continuare a caricare l'auto. Tuttavia, è necessario richiedere un'esenzione al Comune: Esenzione per il Regolamento generale degli enti locali.

Se l'esenzione è disposta, dovete comunque rispettare quanto segue:

  • È necessario installare un punto di ricarica nella propria proprietà.
  • Il parcheggio pubblico deve essere direttamente adiacente al marciapiede.
  • Il cavo di ricarica deve essere in buone condizioni.
  • Non è possibile riservare il parcheggio pubblico. Rimane quindi disponibile come parcheggio pubblico; e può anche essere occupato da qualcun altro.
  • Quando si carica l'auto, bisogna considerare i vicini e, naturalmente, i pedoni.
  • Il cavo deve essere posato il più possibile lungo il marciapiede, lasciando un massimo di 10 metri al di sopra del marciapiede. È necessario contare su questo dal confine della propria proprietà fino all'auto.
  • È necessario coprire adeguatamente il cavo con una stuoia per cavi, in modo che gli altri utenti del marciapiede non siano ostacolati dal cavo e non possano inciamparvi.
  • Dopo l'uso, naturalmente, riordinare il cavo e il tappetino.

Purtroppo può succedere che il Comune respinga la vostra domanda e che restiate a mani vuote.

Sia che vogliate ricaricare nella vostra proprietà o in un parcheggio pubblico, è sempre importante che il cavo proveniente dalla scatola del contatore possa raggiungere correttamente la stazione di ricarica. È possibile far passare il cavo all'esterno attraverso l'intercapedine, ad esempio, o ci sono altre opzioni? Misurate anche la lunghezza del cavo dalla scatola del contatore al punto di ricarica, tenendo presente che deve sorgere a circa 1,5 metri da terra.

Fase 3: scegliere una stazione di ricarica o una wallbox

stazione di ricarica domesticaCome avrete visto, esistono molti fornitori di stazioni di ricarica e wall box. Qual è quello che fa al caso vostro in termini di prezzo, aspetto e, naturalmente, specifiche tecniche? La cosa più importante è decidere se si desidera una stazione di ricarica monofase o trifase. Vi consigliamo di scegliere subito una stazione di ricarica a corrente trifase, perché è la più orientata al futuro e consente di ricaricare l'auto più velocemente. Con la trifase si hanno 3 prese da 230 volt. Un altro fattore importante è la capacità del punto di ricarica. Se potete scegliere, 22 kilowatt sono una scelta sicura per il futuro.

La differenza tra una stazione di ricarica e una wallbox è la seguente: una stazione di ricarica è un palo separato, una wallbox è un punto di ricarica sulla parete di casa. Per il resto, non c'è alcuna differenza tra i due caricabatterie.

Altri aspetti da considerare sono se sarete gli unici a utilizzare il punto di ricarica o se sarà necessario ricaricare più auto. Esaminate anche la possibilità di un bilanciamento dinamico del carico che garantisca un corretto equilibrio tra il consumo di energia in casa e il consumo di energia per la ricarica dell'auto. In questo modo si può evitare che i fusibili intervengano quando si sta caricando la lavatrice, il forno a microonde, l'asciugatrice e l'automobile, ad esempio. Questo è certamente il caso se si utilizza una corrente monofase.

Fase 4: installazione della stazione di ricarica

Ora è il momento di installare la stazione di ricarica o la wallbox. Come già detto, è necessario installare un gruppo aggiuntivo nella scatola del contatore e questo è un lavoro per il quale la maggior parte delle persone si rivolge a un elettricista. Se l'installazione viene eseguita da soli, assicurarsi di sapere cosa si sta facendo perché si lavora con l'alta tensione. La sicurezza prima di tutto! Esistono diverse aziende che forniscono e installano la colonnina di ricarica/box a muro. Questo vi costerà qualche centinaio di euro, ma saprete che sarà fatto bene, in modo rapido e sicuro.

Costi della stazione di ricarica domestica

Se volete installare un punto di ricarica a casa vostra, scoprirete che ci sono molti fornitori (online). In linea di massima, è possibile avere una stazione di ricarica a casa propria a partire da circa 550 euro. L'installazione non è inclusa, anche se la maggior parte dei venditori di stazioni di ricarica offre l'installazione con un costo aggiuntivo. Questo è comodo, naturalmente, e vi evita di dover fare ricerche! Siamo amanti della convenienza e lo consiglieremo sicuramente. Ad esempio, se guardiamo le stazioni di ricarica e i wall box offerti dai nostri amici di Laadpaal Outlet, vediamo alcune stazioni di ricarica di ottima qualità del marchio Easee. Queste stazioni di ricarica hanno un aspetto elegante e non per niente il marchio è leader nelle stazioni di ricarica intelligenti. La tecnologia intelligente alla base dei caricabatterie consente alla stazione di riconoscere il tipo di auto a cui si collega e di adattare di conseguenza il programma di ricarica richiesto. L'ideale, naturalmente, è che non dobbiate preoccuparvi delle specifiche tecniche e possiate concentrarvi sulle cose più belle della vita.

Abbiamo dimenticato qualcosa o avete qualche commento? Fatecelo sapere attraverso il modulo di commento qui sotto!